diario di viaggio

Piazza Ponterosso è sul “canal grande”, nel quartiere teresiano, che deve il suo nome all’imperatrice Maria Teresa d’Austria. È proprio qui, in una zona decisamente centrale e molto frequentata che il Comune di Trieste ha ospitato CircOLIamo, sotto un sole che comincia ad annunciare la piena estate.
L’ottima sistemazione ha favorito il contatto diretto con la cittadinanza: centinaia di cittadini triestini sono stati informati, fermandosi davanti al nostro villaggio, sulle problematiche relative alla raccolta e allo smaltimento degli oli usati.
All’interesse così risvegliato ha fatto eco quello delle categorie ed enti che hanno partecipato alla tradizionale conferenza: industria, artigianato, enti di controllo come l’Agenzia Regionale per l’Ambiente, oltre naturalmente al Comune di Trieste presente con l’Assessore alla Urbanistica e all’Ambiente. E folta manco a dirlo anche la presenza della stampa.

Il capoluogo giuliano era l’ultima tappa di questa sessione di CircOLIamo: oggi guardiamo indietro alle migliaia di chilometri percorsi, alle centinaia di enti, associazioni, istituzioni e testate giornalistiche che abbiamo incontrato nel nostro peregrinare per due anni, alle migliaia di studenti che sono stati sensibilizzati. Possiamo dirci soddisfatti del lavoro compiuto. Ma soprattutto di aver lavorato nella comunicazione ambientale, vale a dire per una causa di interesse pubblico e ben meritevole di attenzione. Lo staff di CircOLIamo ritorna alla base dove purtroppo stavolta non troveremo ad attenderci l’inventore di questa formula, il nostro amico Paolo Palleschi cui, ancora una volta, dedichiamo il buon esito del nostro lavoro.

Trieste