diario di viaggio

Ragusa sembra il sogno di noi itineranti: intanto si arriva in questa città con due centri storici uno più bello dell’altro (patrimonio dell’Unesco). Siamo accolti da una simpatica processione con banda che traversa la città. Il clima è ideale, non fa né caldo né freddo, montare il villaggio è stato agevole, perché il Comune ci ha fatto trovare Piazza Libertà - una bella piazza in stile razionalista - completamente sgombera e preparata per noi. 

E poi, CircOLIamo: numerose le scolaresche, alcune ottimamente preparate già dagli insegnanti (complimenti, non tutti lo fanno), notevoli le presenze stampa; l’Assessore all’Ambiente Antonio Zanotto ci ha comunicato che nei centri di raccolta comunali esiste già la possibilità di conferire l’olio lubrificante usato. Beh, tutto è sempre migliorabile (gli amici di Legambiente, presenti, sono giustamente sempre allerta): ma noi siamo decisamente soddisfatti.

Ragusa